Attivazione sociale al Tempo per le Famiglie Coccinella

Attivazione sociale al Tempo per le Famiglie Coccinella

Nella foto: le mamme della Coccinella con Gabriella, l’educatrice del Tempo per le Famiglie

Il Tempo per le Famiglie Coccinella è stato teatro di un esempio di come l’attivazione sociale, la collaborazione dei Servizi Sociali comunali e del Consiglio di Quartiere e la determinazione di un gruppo di mamme, possano generare buone pratiche di Welfare ed esperienze che possono essere assurte come modello partecipativo.

Le mamme della Coccinella

Nella foto: le mamme della Coccinella

Tutto è nato dall’idea e dalla necessità di un gruppo di mamme che frequentavano da tempo il Tempo per le Famiglie Coccinella, servizio che prevede la chiusura durante il periodo estivo. Durante l’anno, le mamme, insieme ai loro bambini, hanno avuto modo di beneficiare dell’esperienza alla Coccinella, cogliendo appieno i vantaggi dello stare insieme in un ambiente costruito su misura dei bambini con personale educativo qualificato, e dell’importanza di avere a disposizione uno spazio nel quale anche gli adulti possono confrontarsi, trovare supporto e creare relazioni di qualità.

Alle mamme della Coccinella è venuta l’idea di provare a chiedere l’autorizzazione per un’apertura straordinaria durante il periodo estivo, rendendosi disponibili per la gestione dello spazio e delle chiavi di accesso, per offrire ai loro bambini e a loro stesse la possibilità di frequentare il Tempo per le Famiglie anche durante il periodo di chiusura previsto. Con l’aiuto dell’educatrice Gabriella, l’idea, trasformata in richiesta ufficiale, è arrivata al Settore Prima Infanzia dei Servizi Sociali del Comune di Brescia, dove è stata immediatamente riconosciuta come azione di attivazione sociale. Una delle mamme della Coccinella, Elisa Mensi, anche in qualità di Presidente del Consiglio di Quartiere Chiusure, ha ulteriormente ufficializzato la richiesta, promuovendo l’iniziativa e aprendo una strada amministrativa percorribile: la gestione dello spazio è stata infatti concessa al Consiglio di Quartiere che ha a sua volta individuato le mamme alle quali affidare la gestione diretta della Coccinella.

Proponiamo ora la testimonianza di alcune mamme della Coccinella.

Alessia, mamma di Matteo e Giacomo:

photo5810083272875683575

“L’esperienza ha funzionato perché tra mamme avevamo costruito un rapporto di conoscenza e di fiducia reciproca. Abbiamo avuto a cuore la pulizia degli spazi perché amiamo il luogo in cui ci troviamo ed è importante rispettarlo. Tra noi mamme, anche a distanza di anni, grazie al rapporto costruito qui alla Coccinella, rimane la disponibilità per aiutarci reciprocamente in caso di necessità. Ci siamo conosciute qui e poi ci ritroviamo alla scuola dell’infanzia del quartiere, poi alla primaria…”

 

Lia, mamma di Michele ed Elena, custode delle chiavi del Tempo per le Famiglie Coccinella:

“Con le altre mamme si è instaurato quasi un clima da scuola superiore, come se fossimo compagne di classe. L’esperienza ha permesso anche di unire i due gruppi che durante l’anno si alternavano alla Coccinella, una bella occasione di conoscenza!

C’era un regolamente non scritto, ma tacitamente approvato e il clima è stato sereno per tutti.”

 

photo5810083272875683576

Silvia, mamma di Lorenzo:

photo5810083272875683572

“Ho deciso di partecipare perché già frequentavo il Tempo per le Famiglie durante l’inverno e ho visto quanto i bambini possano condividere tra di loro in uno spazio protetto. La Coccinella è anche molto comoda a livello organizzativo perché è vicino a casa nostra. Frequentare un Tempo per le Famiglie è un’esperienza che consiglio a tutti e che rifarei!”

 

Ida, mamma di Rean:

“Ho scoperto il Tempo per le Famiglie quando mio figlio aveva 10 mesi grazie a una mamma che già lo frequentava. Rean è un bambino bilingue e qui ha avuto l’opportunità di calarsi nella lingua italiana e di sperimentarla con gli altri bambini: non avuto nessun problema nemmeno durante l’inserimento alla scuola dell’Infanzia! Frequentando la Coccinella ho avuto anche modo di conoscere alcune mamme vicine di casa che altrimenti non avrei conosciuto e Rean ha potuto giocare di più con gli altri bambini.”

photo5810083272875683574

Elisa, mamma di Anna e Daniele e Presidente del Consiglio di Quartiere Chiusure:

photo5810083272875683573

“Quando ho proposto l’iniziativa al Consiglio di Quartiere ho ottenuto subito appoggio e approvazione. Era come se l’obiettivo di Tempi per le Famiglie fosse andato a buon fine perché le mamme si erano attivate per costruire qualcosa insieme, mamme che sono in grado di gestirsi da sole senza l’aiuto esterno. La responsabilità per la gestione dello spazio è stata condivisa con tutte e così è stato possibile usufruire di uno spazio adeguato all’età dei nostri bambini. Nonostante non ci fosse Gabriella (l’educatrice, ndr), abbiamo mantenuto lo schema temporale che veniva usato durante l’anno: accoglienza, merenda e gioco. Il Consiglio di Quartiere ha creato le condizioni e le regole per far sì che tutto filasse liscio.”